F*CK Y*U

Playful. Ironic. Irreverent. F*ck Y*u is the name of the last collection of images by Rankin, one of the most celebrated English photographer of the last few years. Sensual supermodels, rock stars and international actors, all portrayed in the offensive middle finger pose, in plain sight. As a result of this language, now entered in popular culture, comes an exceptional exibition full of insults captured on  film together with an analysis of body language and historical contexts related to this gesture now widespread throughout the world, along with some comments from writers known for their provocative style. Irvin Welsh, Jon Savage, Paul Rixon, whom with biting humor, describe the meaning of this gesture from contemporary to its origins. Presented at Galleria Carla Sozzani Wednesday, September 17th, will be on sale starting from October in all major bookstores.

Rankin-Proprietexclusive-Cover COVER-BOOK

Rankin-Proprietexclusive-03 THE ROLLING STONES

rankin_13 HEIDI KLUM

Giocoso. Ironico. Irriverente. F*ck Y*u è il nome dell’ultima raccolta d’immagini di Rankin, il più celebre fotografo inglese degli utlimi anni. Top model sensuali, rock star e attori internazionali, tutti ritratti nell’offensiva posa con il dito medio in bella vista. Dal linguaggio ormai entrato nella cultura popolare, ne è scaturito un’esibizione non banale di insulti immortalati su pellicola e un’analisi del linguaggio del corpo e dei contesti storici legati a questo gesto ormai diffuso in tutto il mondo, insieme ad alcuni commenti da parte di scrittori noti per il loro stile provocatorio. Irvin Welsh, Jon Savage, Paul Rixon con graffiante umorismo descrivono il significato del gesto dal contemporaneo alle sue origini.  Presentato alla Galleria Carla Sozzani Mercoledì 17 Settembre, sarà in vendita a partire da Ottobre nelle migliori librerie.

lineaa

Share on FacebookTweet about this on Twitter

SCONFINAMENTI

The Art Gallery 2000Novecento of Reggio Emilia, Bologna, dedicated a restrospective to photographer Nino Migliori, with the name of Sconfinamenti. Referred to as the  alchemist  photographer for his continued desire to experiment. Interfering on the film with scratches, nicks, matches light to strike negatives, he used to apply gold and bronze on films. On scene three historical series: Walls, where signs of time become abstract paintings; Poligrammi in which photographs transform themselves into arabesques and eventually the Herbarium sreies, leaves and flowers printed in laboratory, which reveal all the beauty of nature. Until June 30th. Do not miss it!

1 - I Murifrom “Walls”, 1973 mixed media, cm. 100×100 unique & vintage

3 - Herbariumfrom “Herbarium”, 1974 C-print, cm. 20×20, vintage

4 - Herbariumfrom “Herbarium”, 1974 C-print, cm.18×22.5, vintage

6 - Poligrammifrom “Polarigrammi”, 1976-77, C-print cm. 25×20, vintage

La Galleria d’Arte 2000Novecento di Reggio Emilia, dedica al fotografo bolognese Nino Migliori una retrospettiva con il nome Sconfinamenti. Denominato il fotografo Alchimista per quella sua continua voglia di sperimentare. Intervenendo sulla pellicola con graffi, incisioni, luce dei fiammiferi per impresisoanre i negativi, applicava oro e bronzo sulle pellicole. In scena tre storiche serie: i Muri, dove i segni del tempo diventano quadri astratti; i Poligrammi in cui le fotografie si trasformano in arabeschi e la serie Herbarium, foglie e fiori stampati in laboratorio, mettono in luce tutta la bellezza della natura. Fino al 30 Giungo. Da non perdere.

lineaa

Share on FacebookTweet about this on Twitter

CHRISTOPHER MAKOS: ALTERED IMAGES

Thursday June 12th at Galleria Carla Sozzani – 10 Corso Como – Milan there will be the opening of ALTERED IMAGES, personal exibition of New York photographer Christopher Makos in partnership with  Italian-Canadian brand Ports 1961. An inventory of 62 photographs traces the New York art scene 7of the 70s and 80s. 8 large works called “Altered Images” from which the exhibition takes its name, made in 1981, where Andy Warhol interprets the changing identity of human being, a tribute to the shots signed Man Ray of Marcel Duchamp in the shoes of his female alter ego Rose Selavy. In the New York of the 70s and 80s, Makos documents the birth of punk scene and realises a series of portraits that have made the history of photography: Tennessee Williams, Halston, John Paul Getty III, David Bowie, Grace Jones, Patti Smith, Richard Hell, Tom Verlaine, Alice Cooper, Iggy Pop, Divine, are just some of the people photographed and collected in his first book, White Trash published in 1977. Then the encounter with Andy Warhol who entrusted him with the artistic direction of his book EXPOSURE, which will mark the beginning of their friendship and long artistic partnership. Between the silver walls of the Factory, Makos captures extravagances, excesses, what happened behind the scenes of Warhol everyday life together with Mick Jagger, John Lennon, Keith Haring, Jean-Michel Basquiat. To the photographic project follows a Capsule Collection in limited edition of 12 pieces, including sweatshirts, t-shirts and mini dresses with printed on Andy Warhol’s face, all made by his own friend Makos. An event that will involve different cities around the world through a real tour from Milan to London, Paris, New York, Tokyo, Hong Kong and Shanghai. From June 13th to August 14th, 2014.

Altered-Image-by-Christopher-Makos,-1981Altered Image Andy Warhol by CHRISTOPHER MAKOS, 1981

Gigi-Williams-1976Gigi Williams by CHRISTOPHER MAKOS, 1976

Shelly-Fremont-Cigarette-Necklace-1976Shelly Fremont Cigarette Necklace by CHRISTOPHER MAKOS, 1976

David-Johansen-Richard-Hell-1976David Johansen Richard Hell by CHRISTOPHER MAKOS, 1976

Giovedì 12 Giugno presso la Galleria Carla Sozzani in 10 Corso Como a Milano l’inaugurazione di ALTERED IMAGES, la personale del fotografo newyorkese Christopher Makos in partnership con il brand, italo-canadese Ports 1961. Un inventario di 62 fotografie ripercorre la scena artistica newyorkese degli anni ’70 e ’80. 8 opere di grandi dimensioni chiamate “Altered Images” da cui prende il nome l’esposizione, realizzate nel 1981, in cui Andy Warhol interpreta la mutevole identità dell’essere umano, un omaggio agli scatti firmati Man Ray di Marcel Duchamp nei panni del suo alter ego femminile Rose Selavy. Nella New York degli anni ’70 e ’80, Makos documenta la nascita della scena punk e realizza una serie di ritratti che hanno fatto la storia della fotografia: Tennessee Williams, Halston, John Paul Getty III, David Bowie, Grace Jones, Patti Smith, Richard Hell, Tom Verlaine, Alice Cooper, Iggy Pop, Divine, sono solo alcuni dei personaggi fotografati e raccolti nel suo libro d’esordio White Trash pubblicato nel 1977. Poi l’incontro con Andy Warhol che gli affida la direzione artistica del suo libro EXPOSURE, segnerà l’inizio della loro amicizia e un lungo sodalizio artistico. Tra le pareti d’argento della Factory, Makos cattura le stravaganze, gli eccessi, i retroscena della vita quotidiana di Warhol insieme a Mick Jagger, John Lennon, Keith Haring, Jean-Michel Basquiat. Al progetto fotografico segue una Capsule Collection in edizione limitata di 12 pezzi, tra cui felpe, t-shirt e mini dress con stampato il volto di Andy Warhol ritratto proprio dall’amico Makos.
Un evento che vedrà coinvolte diverse città del mondo attraverso un vero e proprio tour che da Milano si sposterà poi a Londra, Parigi, New York, Tokyo, Shanhai e Hong Kong. Dal 13 Giugno al 14 Agosto 2014.

lineaa

Share on FacebookTweet about this on Twitter

ACQUA FOR LIFE

A more conscious approach towards beauty and happiness can be taken even when buying a perfume, with two goals: to satisfy our aesthetic sense and to help others. Acqua for Life campaign created by Giorgio Armani in 2010, generates funds for GCI Smart Water for Green Schools project. It provides the installation of water systems in schools and communities living with water shortages in Africa, Latin America and Asia. The format is simple:”Smart Water for Green Schools”, a well is digged and a cistern is built near a school. All work is carried out by local labor and maintenance is managed directly by the village, to make sure that the well is never abandoned. Acqua for Life program has been successfull for four consecutive years now and has allowed in its first three years to raise funds for the implementation of pumps, wells and rainwater harvesting systems in more than 60 communities and schools in Ghana, Bolivia, Mexico and China, providing about 150 million liters of water a year, ensuring that people living in these countries have access to sustainable sources of safe drinking water to satisfy thousands of people. The new goal of Acqua for Life campaign is to support the development of new water systems in villages in Africa (Ghana, Ivory Coast and Senegal), Latin America (Bolivia and Mexico ) and Asia ( Sri Lanka). This is an important project, which will be addressed in the next World Exposition: Expo Milano 2015, which theme is Feeding the Planet, Energy for Life. By purchasing Acqua di Gioia or Acqua di Gio by Giorgio Armani, with blue packaging, people will donate 100 liters of drinking water to children who need it and to their communities. (For more infos check facebook.com/acquaforlife). A small example of how we can recognize and understand beauty of the reality in which we are immersed every day and help Others, making better and deeper enjoyment of our own existence.

AFL-GiorgioArmaniFrom left: Acqua di Gioia and Acqua di Giò GIORGIO ARMANI Still-life SIMONE PARRI

Si può assumere un atteggiamento più consapevole nei confronti della bellezza e della felicità anche acquistando un profumo, con due obiettivi: appagare il nostro senso estetico e aiutare il prossimo. La campagna Acqua for Life creata da Giorgio Armani nel 2010 genera fondi per il progetto di GCI Smart Water for Green Schools. Prevede l’installazione di sistemi idrici nelle scuole e nelle comunità che vivono con carenza d’acqua in Africa, America Latina e Asia. Il format è semplice:   “Smart water for green schools” si scava un pozzo e si costruisce una cisterna vicino a una scuola. Tutto il lavoro è portato avanti da manodopera locale e la manutenzione è gestita direttamente dal villaggio, per fare in modo che il pozzo non venga mai abbandonato. Giunta con successo al quarto anno consecutivo Acqua for Life ha permesso nei suoi primi tre anni di raccogliere fondi per l’implementazione di pompe, pozzi e sistemi di raccolta dell’acqua piovana in più di 60 comunità e scuole di Ghana, Bolivia, Messico e Cina, fornendo circa 150 milioni di litri d’acqua all’anno, assicurando alle persone che vivono in questi paesi l’accesso alle fonti sostenibili di acqua potabile sicura di cui beneficeranno migliaia di persone. Il nuovo obiettivo della campagna Acqua for Life è sostenere lo sviluppo degli impianti idrici in nuovi villaggi dell’Africa (Ghana, Costa d’Avorio e Senegal), dell’America Latina (Bolivia e Messico) e dell’Asia (Sri Lanka). Si tratta di un progetto importante, che verrà affrontato anche nella prossima Esposizione Universale: Expo Milano 2015, il cui tema è Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Acquistando Acqua di Gioia o Acqua di Giò di Giorgio Armani, con il packaging in blu, donerai 100 litri di acqua potabile ai bambini che ne hanno bisogno e alle loro comunità. (Per saperne di più entra nella pagina di facebook.com/acquaforlife). Un piccolo esempio di come possiamo riconoscere e comprendere il bello nella realtà in cui siamo immersi quotidianamente e aiutare il prossimo rendendo migliore e più profondo il godimento della nostra esistenza.

lineaa

Share on FacebookTweet about this on Twitter

WOMEN IN MYTH – ESTÈE LAUDER

On the occasion of the 10th anniversary since Estée Lauder death, business woman and pionier of 19th century cosmetic, Diva Universal (Sky Channel 133) on sunday the 20th of April at 8.50 pm dedicates a special report on “Women in Myth”. A history dedicated to Estée Lauder’s talent, orientation for business and innovation; to the only woman inserted in the list of the most influential 20 business personalities of the 20th century, done by Time Magazine. The documentary narrates the history of this american business woman from the creation of her cosmetic empyre to her family dinasty. This huge american business woman founded her cosmetic empyre starting from her small house kitchen, where she used to prepare creams which she’d then sell door to door to beauty salons and hotels. In 1930, further to her marriage to Joseph Lauder, Estèe opened a shop in New York. She made a revolution in terms of sales tecniques introducing marketing strategies never seen before: the concept of “talk and touch” which consisted in promoting products applying them directly on client’s faces as well as the concept of “free sample” given as a gift to clients so they could try the product before. The reportage describes Lauder’s dinasty made out of extraordinary, strong women – from Estée to Evelyn until Aerin – and of their philanthropy with Breast Cancer Research Foundation. Not to be missed!

RET_Estee_Lauder_TBT

In occasione del decimo anniversario dalla scomparsa di Estée Lauder, imprenditrice e pioniera della cosmetica del novecento, Diva Universal (Canale Sky 133) dedica, domenica 20 aprile alle ore 20.50, uno speciale di “Donne nel Mito”. Una storia dedicata al talento, al fiuto per gli affari e all’innovazione di Estée lauder, l’unica donna ad essere inserita nella classifica delle 20 personalità imprenditoriali più influenti del Ventesimo secolo, stilata dalla rivista “Time”. Il documentario narra la storia dell’imprenditrice americana, dalla fondazione del suo impero cosmetico alla dinastia familiare. La grande imprenditrice statunitense fondò il suo impero della cosmesi partendo dalla piccola cucina di casa, dove preparava creme che andava a vendere porta a porta ai saloni di bellezza e hotel. Nel 1930, in seguito al matrimonio con Joseph Lauder, Estèe aprì un punto vendita a New York. Rivoluzionò le tecniche di vendita introducendo strategie di marketing mai viste prima: il concetto “talk and touch” che consisteva nel promuovere i prodotti applicandoli direttamente sul viso dei clienti e quello del “sample”, il campioncino regalo per provare un prodotto. Il reportage descrive la dinastia dei Lauder composto di donne forti e straordinarie – da Estée, a Evelyn fino a Aerin – e della loro filantropia con la Breast Cancer Research Foundation. Da non perdere!

lineaa

Share on FacebookTweet about this on Twitter

EPHEMERAL EDITIONS

“Italian Beauty” written by Anna Airoldi and Gabriella Lojacono, published by Rizzoli, tells about the beauty market Made in Italy: ancient origins and trends, perfumery, collaborations with cosmetic companies, Beauty Bloggers, beauty as a brand and digital marketing, limited editions. Available in all libraries from April 23rd. (Images are not in the book, in this case I have incorporated them in the text in order to reason the article  on my blog in a better way).

They are called star-products because they apply to maquillage collections as well as actresses to red carpets. They summerise interpretation spirit of collections of the brand which produce them, evoking colors, texture and accessories. Maquillage as a symbol. Object of desire, multifunctional, small and precious, can stay in the palm of a hand. Make-up kits, arriving in parfumeries every season together with make-up collections, are exclusive jewels, cult objects, in limited edition, sold in selected shops. On top of being collectable items, almost fetish, they have innovative formulas and functions, apprecciated by consumers. Coordinated like an exclusive accessory, they garantee scenographic effects. Their distinctive mark is the esplicit quotation linked to fashion world. Palette Ecrin Du Soir, from Soir D’Exception Autumn/winter 2013 collection by Givenchy has an elegant leather and metal box which blinks to couture collection. Inspired by Versailles’ gold’s splendor is, instead, precious Boitier Diorific by Dior, poudre compacte illuminating parfumée for Xmas 2013 look.

DIORIFIC POUDRE COMPACTE ILLUMINATRICEBoitier Diorific by DIOR, poudre compacte illuminating parfumée for Xmas 2013 look. 

Its box with perfect curves is like a jewel and contains a powder on which are embossed Masai necklace pearls; a powder sprinkled with mother of pearl that illuminates cheekbones thanks to its tiny gold particles. Two variations of color, Rose d’Or and Perle d’Or, carve skin delicately perfuming it with notes of J’Adore. Gold glories, mother of pearl and roses transform complexion in a sort of parure from old ancient times. Most of all, the design concept is definitely the main characteristic of star-products. Anti-aging cream’s cosmetic formulas with multiple effectiveness and pocket size fragrances, have basically changed cosmetics and perfumes “software”. The thunderbolt is in the object. Behind all this sophistication there is a lot of quality. One of the most successful components of a beauty product is its packaging; for this reason limited editions work primarily on a brand DNA, when this is known for scientific safety of products, as in the case of Forever Yves Saint Laurent skin-care line, as regards cosmetic. As regards fragrances instead, it is important to mention See By Chloé Paint a Scent limited edition (in stores from November 2013).

SeeByChloeSEE by CHLOÉ Paint a Scent limited edition 

This brand focus on original design and it scores a goal with an adorable mini fragrance. Inside the bottle , a brush to apply on skin, behind ears or on a wrist, this seductive floral bouquet. Design suggests a new way to apply fragrances, with a quick gesture and no waste of product. Creativity at its best, even for paperback editions of Daisy by Marc Jacobs. Real luxury lies in small things. Beauty accessories which are difficult to find and to collect. Sophisticated collectable objects, unique in their genre which of course cannot stay too.

Cover-ProprietexclusiveCover-book  ITALIAN BEAUTY by RIZZOLI

Il libro Italian Beauty scritto da Anna Airoldi e Gabriella Lojacono, edito da Rizzoli racconta il mercato della bellezza tutto Made in Italy: le antiche origini e le tendenze, la profumeria, la collaborazione con le case cosmetiche, i Beauty Blogger, i beatuy brand e il digital marketing, le edizioni limitate. Dal 23 Aprile disponibile in tutte le librerie. (Le immagini nel libro non ci sono l’ho inserite nel testo per argomentare al meglio l’articolo sul mio blog).

Si chiamano star-products perché stanno alle collezioni maquillage come le attrici sui red-carpet. Riassumono lo spirito interpretativo delle collezioni del brand che li produce evocandone colori, tessuti e accessori. Trucchi simbolo. Oggetti del desiderio, multifunzionali, piccoli e preziosi, stanno nel palmo di una mano. I kit make-up che arrivano nelle profumerie ogni stagione insieme alle collezioni make-up sono gioielli esclusivi, di culto, in edizione limitata, venduti in punti vendita selezionati. Oltre a essere oggetti feticci da collezionare hanno formule e funzionalità innovative apprezzate dalle consumatrici. Coordinati come un accessorio esclusivo, garantiscono effetti scenografici. Il loro tratto distintivo sono le citazioni esplicite legate al mondo della moda. La palette Ecrin Du Soir, della collezione Soir D’Exception Autunno/Inverno 2013 di Givenchy, ha un elegante astuccio di pelle e metallo strizza l’occhio alla collezione couture. S’ispira invece allo sfarzo degli ori di Versailles il prezioso boitier Diorific, poudre compacte illuminatrice parfumée di Dior per il Look Noel 2013. Lo scrigno dalle curve perfette pensato come un gioiello, custodisce una polvere su cui sono impresse in rilievo le perle della collana Masai, una polvere cosparsa di madreperla che illumina gli zigomi grazie alle sue minuscole particelle dorate. Le due declinazioni di colore, Rose d’Or o Perle d’Or, scolpiscono la pelle profumandola delicatamente con le note di J’Adore. I fasti dell’oro, il madreperla e le rose trasformano l’incarnato in parure di altri tempi. Ma è soprattutto il concetto di design la caratteristica principale degli star-products. Risiede anche nelle formule cosmetiche di creme anti-età dall’efficacia multipla e le profumazioni formato tascabile che hanno cambiato il “softwear” di cosmetici e profumi. Il colpo di fulmine sta nell’oggetto. Dietro a tanta ricercatezza si nasconde molta qualità. Una delle componenti di maggiore successo di un prodotto di bellezza è il packaging per questo le edizioni limitate lavorano essenzialmente sul DNA del brand, quando questo è ormai conosciuto per la sicura scientificità dei suoi prodotti come nel caso della linea skin-care Forever di Yves Saint Laurent, per quanto riguarda la cosmetica. Mentre per quanto riguarda le profumazioni è il caso di citare l’edizione limitata, (in vendita nei negozi a partire da Novembre 2013) di See By Chloé, Paint a Scent. Il brand, punta sul design originale e fa goal con un’adorabile mini-fragranza. Dentro al flacone, un pennello per applicare il seducente bouquet floreale sulla pelle, dietro l’orecchio o sul polso. Il design suggerisce un nuovo modo di applicare la fragranza con un gesto veloce e senza spreco di prodotto. Creatività allo stato puro, anche per le edizioni tascabili di Daisy di Marc Jacobs. Il vero lusso, sta nelle piccole cose. Accessori di bellezza introvabili e da collezionare. Sofisticati oggetti da collezione in quanto unici nel loro genere non posso stare troppo tempo in listino.

lineaa

Share on FacebookTweet about this on Twitter